Roma, un triste primato

Roma, un triste primato
05 Ottobre 2009

Roma: la capitale italiana dei cani randagi. Secondo i dati in possesso dell’Aidaa sarebbero circa 45mila i cani randagi nel Lazio, di cui 5mila a Roma. «Numeri che conferiscono alla Citta Eterna un triste primato. Il telefono amico di Aidaa riceve quotidianamente dalle 12 alle 25 segnalazioni riguardanti l avvistamento di cani randagi a zonzo per la citta. L estate, si sa, e il periodo peggiore: dal 1° luglio al 15 agosto Aidaa ha risposto complessivamente a oltre 800 telefonate di questo tipo, molte delle quali denunciavano l abbandono di intere cucciolate lungo le strade della Capitale. Ne sanno qualcosa i ciclisti, che nel corso dell anno, sono stati aggrediti lungo le piste ciclabili da gruppi di cani inselvatichiti, incattiviti dalla fame e da probabili maltrattamenti subiti in passato. a tutto questo si va anche a sommare il sovraffollamento dei canili comunali, che ogni giorno ricevono minimo 15 nuovi arrivi, che si vanno a sommare ai 1300 gia presenti. nel 2005 il consiglio comunale ha approvato all unanimita la figura del cane libero accudito. Stabilendo, appunto, che ai canili vanno destinati solo quelli malati, o di comprovata pericolosita, o quelli che si sono persi e che sono dotati di microchip oppure presentano il tatuaggio di riconoscimento. ma non sempre le ditte preposte all accalappiamento dei cani fanno le dovute verifiche, e vanno cosi a sovraffollare i canili.

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo