Scegliere il cucciolo: il VOLHARD TEST

Tanti aspiranti proprietari si chiedono come scegliere il cucciolo più adatto alle proprie esigenze. Con qualche semplice manovra è possibile testare attitudini, indole e temperamento. Per fare ciò sono stati messi a punto dei veri e propri test con annesse griglie di valutazione. I coniugi Volhard hanno elaborato uno schema tra i più completi e ci hanno autorizzati a pubblicarlo tradotto in italiano

II PAT (Puppy Aptitude Test ovvero il Test di Valutazione del Cucciolo) utilizza una scala di valori che vanno da 1 a 6 ed è formato da 10 test. I test devono essere eseguiti uno dopo l’altro rispettando l’ordine che segue. Il punteggio di ciascuna prova va calcolato e interpretato singolarmente. I punteggi non sono riferiti ad una media standard e non ci sono vinti o vincitori. Lo scopo dell’intero processo è abbinare il giusto cucciolo al giusto proprietario. Idealmente il test andrebbe eseguito al 49esimo giorno di vita del cucciolo.

Il test valuta i seguenti parametri:
1. Attrazione sociale – grado di attrazione sociale nei confronti delle persone, la fiducia o la dipendenza.
2. Seguire - disponibilità a seguire una persona.
3. Contenimento – quanto il cucciolo tende ad essere dominante o sottomesso e la facilità di gestione in situazioni difficili.
4. Dominanza sociale – grado di accettazione della dominanza sociale da parte di un essere umano.
5. Elevazione – grado di accettazione della dominanza mentre si è in una posizione in cui il cane non ha il controllo, situazione come quella che può verificarsi dal veterinario o dal toelettatore.
6. Riporto – disponibilità a fare qualcosa per voi. Insieme all’Attrazione sociale e al Seguire è un elemento chiave attraverso cui valutare la facilità o la difficoltà di addestramento.
7. Sensibilità al tocco – grado di sensibilità al tocco.
8. Sensibilità al suono – grado di sensibilità al suono, soprattutto a rumori forti e tuoni.
9. Sensibilità alla vista – grado di reazione a un oggetto in movimento come ad esempio biciclette, bambini o scoiattoli.
10. Stabilità – grado di trasalimento in risposta ad un elemento strano.

Durante il test è opportuno tenere d’occhio la frequenza cardiaca del cucciolo che è un indicatore di come il cucciolo gestisce lo stress e anche del suo livello di energia. Esistono cuccioli con livelli di energia alti, medi e bassi, sta a voi decidere quale è più idoneo al vostro stile di vita. Cani con alti livelli di energia richiedono molto esercizio fisico e possono combinare grossi guai se questa energia non è incanalata nella giusta direzione. [Nota del traduttore: l’esercizio è da intendersi come “fisico” ma anche come “mentale”]. Infine, non dimenticate di dare un’occhiata alla struttura fisica del cucciolo. Si possono notare alcune cose già a 49 giorni come ad esempio se il cucciolo ha buoni appiombi anteriori e posteriori, se i piedi guardano nella stessa direzione (non all’indentro o all’infuori n.d.t.). Se così è resteranno tali fermo restando che voi forniate al cucciolo un ambiente adeguato in cui crescere e un’alimentazione corretta. Se notate qualcosa di strano a questa età è probabile che rimarrà anche in età adulta.

Scegliere il cucciolo: il VOLHARD TEST

 COME TESTARE IL CUCCIOLO, LE REGOLE BASE
- Il test va effettuato in un luogo non familiare al cucciolo. Questo non significa che dobbiate portare il cucciolo chissà dove, bastano un'area (3m x 3m) o una stanza dove il cucciolo non è mai stato.
- I cuccioli vanno testati uno per volta.
- Non devono essere presenti, nell'area in cui viene effettuato il test, altri cani o persone all'infuori dell'esaminatore e di colui che annota i punteggi.
- L'esaminatore deve essere una persona che i cuccioli NON conoscono.
- Colui che raccoglie i punteggi deve essere una persona super partes e non colui che è interessato a vendervi il cuccioli.
- Chi raccoglie i punteggi deve stare appartato e in disparte ma posizionato in modo tale da poter osservare i cuccioli senza doversi muovere.
- I cuccioli vanno testati prima che abbiano mangiato.
- I cuccioli devono essere testati nel momento in cui sono attivi e vivaci.
- Se un cucciolo è malato non è opportuno sottoporlo al test.
- I cuccioli non vanno testati nello stesso giorno in cui hanno ricevuto la vaccinazione o nel successivo.
- Conta solo la prima risposta.
- Durante l'esame occorre mantenere un atteggiamento positivo, allegro e amichevole nei confronti dei cuccioli. Bisogna interagire con il cucciolo cercando di farne uscire il meglio. Fate del test un'esperienza piacevole per il cucciolo.

I PARAMETRI
1. Attrazione sociale – il proprietario, o colui che si è preso cura dei cuccioli, porta il cagnolino da testare nell’area prescelta per l’esame e lo posiziona a circa 1,20m dall’esaminatore. Fatto questo, abbandona l’area. L’esaminatore si inginocchia e invita il cucciolo ad avvicinarsi incoraggiandolo, chiamandolo e battendo adagio le mani. L’esaminatore deve attrarre il cane dalla direzione opposta rispetto a quella dove il cucciolo è stato posizionato all’inizio. Note: inclinarsi all’indietro e inginocchiarsi facendo leva sui talloni anziché inclinarsi in avanti in direzione del cucciolo. Tenere le mani aderenti al corpo e invitare il cucciolo a venire verso di voi senza fare l’opposto, ovvero cercare voi stessi di raggiungere il cucciolo.
2. Seguire – l’esaminatore si alza e si allontana camminando adagio incoraggiando il cucciolo a seguirlo. Note: fare in modo che il cucciolo vi veda andare via e attirate la sua attenzione battendo le mani, incoraggiatelo con le parole a seguirvi. Non inclinatevi verso il cucciolo.
3. Contenimento – l’esaminatore si accuccia e gentilmente ribalta il cucciolo in modo che abbia la schiena a terra. Lo trattiene poi in questa posizione per 30 secondi. Note: trattenete il cucciolo senza applicare una pressione eccessiva. L’obiettivo non è trattenerlo sulla schiena ma verificare la sua risposta al contenimento in tale posizione.
4. Dominanza sociale – lasciate che il cucciolo stia in piedi o seduto e accarezzatelo delicatamente lungo il dorso partendo dalla testa mentre vi accucciate al suo fianco. Fate caso se vi lecca il viso, indica un’indole clemente. Continuate ad accarezzarlo fino a che vedere un comportamento che potete valutare. Note: quando vi accucciate accanto al cucciolo evitate di inclinarvi o di ondeggiare sopra di lui. Mantenete il cucciolo al vostro fianco e fate in modo che guardiate entrambi nella stessa direzione.
5. Elevazione – l’esaminatore culla il cucciolo con entrambe le mani posizionate sotto il torace e lo solleva a 60cm dal suolo dove lo trattiene per 30 secondi.
6. Riporto – l’esaminatore si accuccia in fianco al cucciolo e attira la sua attenzione con della carta appallottolata. Quando il cucciolo inizia a mostrare interesse, l’esaminatore lancia la carta a non più di 1,20m, davanti al cucciolo e lo incoraggia a riportala.
7. Sensibilità al tocco - l’esaminatore trova la membrana interdigitale delle zampe anteriori del cucciolo e la preme delicatamente tenendola tra pollice e indice. La pressione viene gradualmente aumentata mentre si conta da 1 a 10 interrompendosi quando il cucciolo tira via la zampa o mostra segni di disagio.
8. Sensibilità al suono – il cucciolo viene collocato al centro dell’area prescelta per il test. Un assistente posizionato lungo il perimetro provoca un rumore pronunciato come quello di un cucchiaio di metallo che sbatte sul fondo di una pentola.
9. Sensibilità alla vista – il cucciolo viene collocato al centro dell’area prescelta per il test. L’esaminatore lega una corda attorno a una salvietta da bagno e la trascina sul pavimento facendola avanzare a balzi a 60cm di distanza dal cucciolo.
10. Stabilità – un ombrello viene aperto a circa un 1,50m dal cucciolo e posato delicatamente al suolo.

PROFILI CARATTERIALI
I punteggi vanno interpretati nella maniera seguente:
Maggioranza di 1 Un cucciolo che totalizza una maggioranza di 1 ha il forte desiderio di essere il capobranco e non ha paura di sgomitare per ottenere una posizione di primo piano. È predisposto ad avere atteggiamenti aggressivi nei confronti di cani e persone, potrebbe mordere. Un soggetto di questo tipo deve essere affidato a proprietari molto esperti che lo addestreranno e faranno lavorare regolarmente. State lontani da cuccioli che collezionano una maggioranza di 1 e di 2, hanno aspirazioni al comando e possono essere difficili da gestire. Sono animali che necessitano di padroni esperti e non sono ideali in caso vi siano bambini.
Maggioranza di 2 Anche un cucciolo che totalizza una maggioranza di 2 aspira a essere il capobranco e potrà pertanto essere difficile da gestire e arrivare a mordere. È molto sicuro di sé e non deve essere ceduto a persone inesperte. È troppo ribelle e pertanto non ottimale in caso vi siano anziani, bambini e altri animali. Ha bisogno di regole severe, molto esercizio fisico e addestramento. Può essere un cane eccellente se il proprietario è un conoscitore del comportamento canino.
Maggioranza di 3 Un cucciolo che totalizza una maggioranza di 3 è tendenzialmente un cane“ad alta energia” che necessita di fare molto moto. È bravo con le persone e con gli altri animali ma può essere un po’ impegnativo. Necessita di addestramento ma apprende bene e rapidamente. È un ottimo cane per chi ne ha già posseduti. Il cucciolo che totalizza una mista maggioranza di 3 e di 4 potrebbe rivelarsi abbastanza impegnativo ma buono con i bambini e facilmente addestrabile. Ha molta energia e pertanto necessita di abbondante esercizio fisico.
Maggioranza di 4 Il cucciolo che totalizza una maggioranza di 4 è il cane da famiglia ideale ed è perfetto per coloro che non hanno mai posseduto cani. È improbabile che cerchi di scalare la gerarchia sociale. Sarà un animale facile da addestrare, abbastanza tranquillo e sarà bravo con anziani e bambini, anzi, forse dovrete “difenderlo” dai bambini. Con un cane simile sarà possibile ottenere un eccellente soggetto da obedience (Questo commento dei Volhard va poi relazionato all’indole della razza in esame n.d.t.) senza faticare.
Maggioranza di 5 Il cucciolo che totalizza una maggioranza di 5 è pauroso, timido e deve essere gestito con cautela. Potrebbe fuggire davanti al minimo elemento stressante. Potrebbe essere messo in difficoltà da persone sconosciute, posti nuovi, diverse superfici di terreno. Questi cani hanno spesso paura dei rumori forti e dei tuoni. Alcuni di questi cani, salutando il padrone al rientro, possono urinare per sottomissione. Hanno bisogno di un contesto stabile, privo di cambiamenti e di bambini. Possono andare bene con persone tranquille e/o anziane. Se spaventati e impossibilitati a fuggire possono mordere
Maggioranza di 6 Il cucciolo che totalizza una maggioranza di 6 è talmente indipendente da non aver bisogno di voi o di altre persone. L’addestramento è irrilevante, lui è quello che è. Potrebbe non legarsi al padrone, non ritiene di averne bisogno. Può essere un buon cane da guardia. Non adottate cucciolo simile sperando di trasformarlo in un adulto affettuoso, questo non è possibile quindi lasciatelo dov’è.

NOTE UTILI ALL’INTERPRETAZIONE DEI RISULTATI
Pochi cuccioli otterranno tutti 2 o tutti 3, è molto probabile che i punteggi siano misti. Se siete dei neofiti e cercate un cucciolo facile da addestrare cercatene uno che abbia tanti 3 e tanti 4. Non badate al punteggio della Sensibilità al tocco, può essere modificata attraverso l’addestramento. State lontani da cuccioli che hanno ottenuto 1 in Contenimento e Elevazione, sono troppo impegnativi per un neo-proprietario. Quando si vanno a vedere dei cuccioli è difficile non farsi confondere dalle emozioni, sono tutti belli, soffici e suscitano tenerezza ma... è molto importante ricordare che un cucciolo è destinato a restare con voi per un periodo che può variare dagli 8 ai 16 anni. Non esitate a fare un passo indietro e a riflettere sulla vostra decisione: dormiteci sopra e ripensateci l’indomani, alla luce del giorno. È molto più piacevole avere un cane facile da addestrare, con cui vivere bene e di cui essere fieri rispetto al doverne gestire uno con cui siete sempre in lotta.

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo