Sindaco allontana cani da casa di campagna

Sindaco allontana cani da casa di campagna
19 Novembre 2010

Siamo a Nepi, in una casa di campagna, Barbara e Francesco avevano accolto 26 cani salvati dalla strada. Hanno un giardino e lo avevano messo a disposizione, ma il Sindaco di Nepi, supportato da un parere dell’ASL, contesta ai due l’Ordinanza che impone non oltre cinque cani nelle case. Barbara e Francesco hanno salvato dei cani dalla strada, sopperendo alle mancanze del Comune. E poi, la loro casa è in campagna. Non si capisce come possa creare nocumento all’igiene. Le numerose protesta, hanno costretto il Sindaco ad una risposta, eccola; “una legge regionale che stabilisce come gli animali domestici non devono arrecare nocumento all’igiene ed alla quiete (così come invece evidenziato dai verbali di sopralluogo) impone la sua Ordinanza sul numero massimo di cani detenibili. In definitiva, dice il Sindaco, se Barbara e Francesco volevano detenere 26 cani, dovrebbero costruirsi un canile a norma di legge”.Barbara e Francesco hanno fatto ricorso, e sperano di riavere presto a casa i loro cani.

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo