23 ottobre 2017
1 min

Cane licenziato dalla Cia perché non vuole cercare gli esplosivi

attualità

Dopo alcune settimane di addestramento, il Labrador Lulu non ne ha voluto proprio sapere di cercare esplosivi e così ha perso il “posto di lavoro” alla Cia, negli Stati Uniti. A prenderselo in casa uno degli addestratori, adesso la sua passione è ricercare conigli e scoiattoli.

Stando a quanto si legge in un articolo pubblicato su rainews.it, la quattro zampe, il cui licenziamento sarebbe stato annunciato ufficialmente tramite un comunicato, era stato appositamente addestrato alla ricerca degli esplosivi nell’ambito del programma K9, lanciato nel 1991. Ne fanno parte15 cani, perlopiù di razza Labrador. Altri 20 sono andati già in pensione. Il programma di addestramento cui vengono sottoposti gli animali dura 10 settimane, alla fine del quale occorre poi sostenere un esame.

Questo l’iter seguito anche da Lulu (in foto), ma nonostante tutti gli sforzi degli addestratori e le laute ricompense, costituite da prelibatezze culinarie e giochi, la quattro zampe alla fine non ha mostrato alcun interesse nei riguardi del lavoro per cui era stata “assunta”. D’altra parte, proprio come gli esseri umani, non tutti i cani sono uguali. E ognuno deve seguire la propria indole. Per fortuna, dopo il licenziamento, ha almeno subito un’altra “famiglia” in cui stare.