28 settembre 2017
2 min

È grazie all’ossitocina se i cani socializzano più facilmente

attualità studio

Da sempre il cane viene considerato un animale capace di donare tanto affetto e di collaborare, alcune razze di più altre di meno, facilmente con l’uomo. Non a caso, tra gli animali domestici è il più sociale. Adesso giunge una ricerca scientifica pubblicata su Hormones and Behavior a dare una spiegazione di questa sua predisposizione, individuando nell’ossitocina, l’ormone dell’amore e normalmente implicato nelle relazioni sociali, il principale fattore scatenante.

In realtà, già studi precedenti hanno dimostrato come il nostro amico a quattro zampe, rispetto ad altre specie, disponga – si legge su greenstyle.it – di una mutazione genetica a un recettore proprio dell’ossitocina, capace di renderlo più sensibile alla sua azione. Di conseguenza, i ricercatori hanno voluto testare questa scoperta tramite dei test comportamentali. In particolare, prendendo in esame 60 esemplari di Golden Retriever e sottoponendoli alla risoluzione di un problema impossibile, dapprima in condizioni di normalità e poi aumentando i livelli dell’ormone in questione nel sangue con un apposito spray in grado di aumentarne il rilascio. Ad ogni ripetizione, è stato raccolto un campione di saliva del cane per analizzarne il Dna.

Ed è proprio procedendo in questa maniera che si è osservato come ogni minima variazione in uno dei recettori dell’ossitocina sia in grado di rendere Fido più incline alle relazioni sociali. Ancora, però, gli studiosi devono cercare di capire se questa mutazione possa derivare dal processo di addomesticamento o meno.