23 novembre 2012
2 min

Indianapolis: bambina rischia di essere rapita, ma un cucciolo di Pitbull la salva

aiuto cani cane eroe

Un Giorno del Ringraziamento davvero speciale per una famiglia di Indianapolis, negli Stati Uniti, cui due delinquenti hanno cercato di sottrarre la figlia di soli tre mesi dalla propria abitazione. Per fortuna, uno dei loro ospiti a quattro zampe, ovvero un cucciolo di Pitbull, ha sbarrato l’uscita di casa ai malintenzionati e ha evitato che si verificasse il peggio. L’animale, per ricompensa, ha ricevuto un osso da masticare e tanta festa da parte dei suoi proprietari, che adesso lo considerano un vero e proprio cane-eroe. Il tutto è accaduto il 21 novembre sera: una coppia armata, un uomo di colore di circa 35 anni e una ragazza anche lei di colore intorno ai 20 anni, hanno fatto irruzione nell’abitazione della famiglia Nayeli Garzon-Jimenez, entrando dalla loro porta di servizio. La padrona di casa, Garzon-Jimenez, era al telefono con il marito, Adolfo Angeles-Morales, che si trovava al lavoro. A un certo punto, entrambi – come si legge in un articolo pubblicato su lastampa.it – hanno sentito il pianto della loro bambina provenire da un’altra stanza, ma nel momento in cui la donna ha cercato di raggiungere sua figlia, ha trovato la porta bloccata. In quel momento, secondo quanto raccontato all’emittente televisiva WISH-TV, qualcuno dall’altra parte le ha detto: «Dammi i soldi o prendiamo il bambino», ma lei soldi contanti in casa non ne aveva. Una volta aperta la porta, la madre si è trovata di fronte i due delinquenti con in braccio la sua piccola. In quel momento, è iniziata una colluttazione tra la donna e i malfattori. Alla fine, la ragazza di colore ha afferrato la bambina di tre mesi e ha tentato di attraversare la cucina, ma la madre la tratteneva dalla maglietta. Ciò fine a quando la donna non è stata colpita con la pistola dall’uomo. La ventenne armata, quindi, ha cercato di fuggire dalla porta di servizio, solo che qualcuno bloccava l’uscita: uno dei due cuccioli di Pitbull della famiglia Nayeli Garzon-Jimenez, infatti, non ha lasciato passare la malfattrice, che apparentemente impaurita dal cane ha lanciato la bimba alla madre ed è fuggita assieme al suo compagno. La bambina ne è uscita illesa, mentre la madre ha riportato ematomi e tagli conseguenti alla lotta: «Grazie a Dio, la mia bambina e mia moglie stanno bene», dichiara Adolfo Angeles-Morales. Sono scattate le indagini della polizia di Indianapolis alla ricerca dei due sospettati, fuggiti con un furgone marrone cioccolato.