12 aprile 2016
2 min

La storia dell'uomo che ogni giorno nutre i cani randagi

amore attualità

Ogni giorno sfama circa ottanta quattro zampe che incontra durante il percorso verso casa. Si tratta di Michael Baines che, nato in Scozia e trasferitosi in Svezia all’età di due anni, dal 2002 vive in Thailandia. Qui è diventato chef di un ristorante di Chonburi.

Stando a quanto si apprende da un articolo pubblicato su greenstyle.it, l’amore dell’uomo per i cani sarebbe nato proprio fuori dal locale, quando una cagnolina malata e che aveva partorito da poco si era presentata alla porta del ristorante chiedendo del cibo. Una volta che ha iniziato a prendersi cura di lei, l’uomo ha poi iniziato a interessarsi anche degli altri numerosi randagi che erano presenti in zona. 

Ora Michael si ritrova a sfamare quasi un centinaio di trovatelli a quattro zampe. Non solo li nutre una volta al giorno, ma si occupa anche di sverminarli, curarli da infezioni, parassiti e malattie. Oltretutto, nel corso di questi anni, ha provveduto a sterilizzare molte cagne e a trovare una famiglia ad alcuni cani. Per i cani avvelenati, invece, porta sempre con sé in macchina un antidoto. Spesso – si continua a leggere – sovvenziona costi e spese per cibo e medicinali, qualche volta si affida all’aiuto di qualche donazione. Ma il suo vero “motore”, la sua vera energia, è rappresentato dal grande amore che nutre per questi esseri formidabili.