5 luglio 2021
2 min

Roma, salvati 110 Husky da allevamento abusivo

maltrattamento

Senza cibo né acqua e stipati in anguste gabbie o comunque in spazi assai ridotti. Sono le condizioni in cui sono stati ritrovati dai Carabinieri 110 esemplari di Husky, salvati qualche giorno fa da un allevamento abusivo a Roma.

Stando a quanto riportato da tg24.sky.it, gli animali si trovavano in un’abitazione privata in campagna: all’esterno della villa sono state scoperte 16 recinti con all’interno 82 Husky, mentre altri 29 erano ristretti in gabbie. In casa è stato trovato pure un cane ormai deceduto da giorno. Oltre che in ristretti spazi, i poveri Husky erano privi di acqua, nonostante le elevate temperature degli ultimi giorni, inoltre è stato accertato che non gli veniva fornito cibo da tempo. A rafforzare nel tempo l’ipotesi che si trattasse di un allevamento abusivo sono stati i lamenti dei quattro zampe che si udivano nelle vicinanze, come pure un esposto di un’associazione per la protezione ambientale e animale di Roma, che ha segnalato i possibili maltrattamenti ai Carabinieri Forestali di Sant’Oreste competente per territorio. L’interno immobile è stato posto sotto sequestro, mentre i 110 cani sono stati affidati in custodia. Per il titolare è scattata la denuncia per maltrattamento di animali e detenzione degli stessi in condizioni incompatibili con la loro natura.