21 settembre 2022
2 min

Si rannicchia nella valigia della veterinaria implorandola di restare: la storia del cane ucraino Lenny

storie belle ucraina

Lenny è uno dei cani randagi aiutati da chi, mostrando tanta generosità e amore nei loro confronti, non ha esitato andare in Ucraina per dare loro una mano. Inizialmente impaurito e tremante, il quattro zampe ha pian piano acquisito così tanta fiducia nella dottoressa Courtney Katsur, che se ne è presa cura, da rannicchiarsi a un certo punto dentro la sua valigia quasi a implorarla di restare.

Stando a quanto riportata da thedodo.com, Lenny, tra i tanti animali aiutati dalla veterinaria durante il suo soggiorno di due settimane in territorio ucraino, dove ha messo a disposizione le sue competenze in collaborazione con l’organizzazione con sede nel Regno Unito “Breaking The Chians”, Lenny è sicuramente quello che più l’ha colpita: “Quando – racconta la dottoressa Katsur – sono arrivato lì per la prima volta, era sdraiato accanto a una stufa. Ha subito un intervento chirurgico e non si è mosso per due giorni e non si fidava di nessuno”. Poi, un poco alla volta, la veterinaria e i volontari che se ne sono presi cura sono riusciti a guadagnarsi la sua fiducia, assistendo a un cambiamento straordinario: “È saltato e si è messo nella mia valigia. Saltava e si sdraiava sulla mia branda per coccolarsi, quando prima – continua la donna – non voleva nemmeno che un umano lo toccasse”. La dottoressa è poi rientrata negli Stati Uniti per raccogliere fondi e gestire i volontari da lontano, ma sua intenzione è ritornare in Ucraina. Lenny, invece, adesso vive tranquillo in rifugio, curato da un veterinario insieme a tutti gli altri animali che ne hanno bisogno.