19 settembre 2013
2 min

Si riabbracciano dopo tre anni: quando la speranza è l’ultima a morire

amicizia amore
Ormai Patty Corbat – una donna statunitense originaria della Florida – aveva perso la speranza di ritrovare la sua adorata Olivia, una cagnolona che tre anni fa aveva smarrito per un errore, senza poi averne più alcuna notizia. Oggi i due si sono felicemente ricongiunti e la loro emozionante storia sta commovendo ed emozionando parecchi utenti della Rete. Il tutto risale, per l’appunto, ad alcuni fa, quando la quattro zampe, affidata a un dog sitter, è scappata durante un giro di shopping. Ricevuta la cattiva notizia, Patty si è subito attivata per ritrovare la sua amica del cuore, contattando i canili di zona, avvisando vicini e amici e divulgando ovunque l’immagine di Olivia. Ha battuto tutti i luoghi e mai ha smesso di sperare che la sua cara compagna a quattro zampe potesse fare ritorno, anche se con il tempo le speranze non potevano che affievolirsi lentamente. Poi un giorno una telefonata inattesa le ha riacceso la fiamma, perché – si legge in un articolo pubblicato sul sito web greenstyle.it – l’associazione animalista Pet Haven Pet Rescue aveva ritrovato Olivia e l’aveva identificata tramite il chip. In realtà, per tre lunghi anni, la cagnolona non era stata così distante dalla sua padrona, perché si trovava solo a otto chilometri dalla sua abitazione. L’animale viveva in una zona verde accanto a un supermarket di Wellington, nascondendosi nella vegetazione dove si era creata un piccolo rifugio. Timorosa e spaventata, non si faceva avvicinare da nessuno del personale del market, uscendo solo con il buio per cibarsi di spazzatura e pietre. È stata recuperata solo grazie alla pazienza dei volontari di Pet Haven Pet Rescue, i quali hanno costruito una trappola con del cibo. Olivia è stata così condotta al rifugio, dove gli è stato fatto un bel bagno per ripulirla da feci e fogliame, e dove gli è stato dato un pasto ristoratore, visto che l’animale si mostrava piuttosto emaciato. Subito dopo, l’identificazione grazie al chip sottocutaneo e la riconsegna alla sua legittima proprietaria. Quello fra la donna e il cane è stato un incontro davvero straziante: Olivia, non appena ha visto Patty dal furgone, si è lanciato dal mezzo per buttarsi tra le braccia della donna leccandole il viso con grande amore. Dopo un’esperienza che sicuramente ha messo a dura prova il benessere psichico e fisico del quattro zampe, è stato istituito un piccolo fondo per consentirgli di ritornare in perfetta salute.