Veglia sulla bara del suo amico umano: la storia di Nerone

Veglia sulla bara del suo amico umano: la storia di Nerone
Autore:
Cani.com
03 Gennaio 2020

Per anni ha vissuto in simbiosi con il suo amico umano, tanto da vegliare sulla sua bara il giorno dei funerali. È la commovente storia di Nerone, un cane abbandonato di grossa taglia che vive libero nel borgo di Ganzirri, in provincia di Messina, inizialmente accudito da una signora, purtroppo venuta a mancare poco dopo, che poi ha incontrato Angelo con cui ha stabilito un intenso rapporto di amicizia fino alla vigilia di Natale, quando l’uomo è deceduto.

Veglia sulla bara del suo amico umano: la storia di Nerone

La storia di Nerone è stata raccontata, corredata da alcune immagini scattate il giorno del funerale di Angelo, su Facebook. Adesso sta facendo il giro del web, insieme a un appello per trovare una nuova casa al quattro zampe, che adesso rischia di finire in canile. Nerone - si legge nel post - lo seguiva dappertutto, era la sua ombra, e pian piano cominciò a entrare anche fin dentro casa sua… Angelo si era tanto affezionato a Nerone, erano felici. Nerone amava stare all’aria aperta, quando voleva uscire andava a raschiare la porta e Angelo con la bicicletta girava con lui per i viottoli… Due corpi ed un’anima dicevano in paese, inseparabili. Questa grande anima adesso è di nuovo per strada , perché è uno spirito libero e non accetterebbe mai di stare chiuso in un box”.

 

 

 

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo