Epagneul de Pont Audemere

  • Taglia media
  • Razza non pericolosa
  • Razza non riconosciuta ENCI

Caratteristiche Epagneul de Pont Audemere

Facilità di formazione
Difesa territorio e persone
Adatta ai bambini
Cura e perdita pelo
Perdita bava

Descrizione

E’ un cane di dimensioni medie: si può classificare a metà strada tra il piccolo spaniel brittanico e il più grande Spaniel francese.
I maschi raggiungono un’altezza che si aggira intorno ai 52-58 cm, mentre per le femmine un paio di cm meno.
Raggruppato nella categoria “Braccoide”.
La sua corporatura è abbastanza massiccia e robusta, quasi di forma quadratica. T
utte le parti del corpo sono ben equilibrate.
La struttura ossea è molto energica e robusta; gli arti si presentano rettilinei, piuttosto corti e molto energici, dotandolo di molta velocità e resistenza; la struttura muscolare è molto chiara e si presenta molto scolpita nella parte posteriore.
I piedi sono tondi, piatti con dita molto strette tra loro e riempiti da molto pelo. Ha movenza elegante, rapida e dinamica.
La sua testa è stretta, liscia con cranio tondo, contraddistinto da un elegante toupet riccioluto.Lo stop è ben evidenziato; tartufo bruno e appuntito e canna nasale montonina e allungata.
I suoi occhi sono minuscoli, color ambra scuro e per nulla sporgenti; dimostrano il carattere del cane molto dolce e sincero.
Le orecchie ricadono e presentano molte frange che si collegano ad un caratteristico toupet; sono posizionate piuttosto alte, abbastanza piccole e pelose.
La dentatura è integra e sana. Il collo è arrotondato, energico ed è un buon punto di tramite tra la testa e il corpo.
La coda viene amputata a un terzo.
Il pelo è arricciato, arruffato, brillante, con mantello di color marrone, con riflessi grigi.

Origine

Ottenuto tramite incroci tra L’antico Epagneul francese e l’Irish Water Spaniel, e dal quale ha ottenuto le sue abilità, soprattutto la specialità della caccia in acqua. Prende il nome dalla località in cui venne creato. Questa razza, anche se un cacciatore specializzato, non ha guadagnato molta considerazione al di fuori dei confini natii delle città di Normandy e Picardy, nel nordovest della Francia. La razza è in pericolo di estinzione, forse proprio a causa della sua specializzazione venatoria. Razza di ottime qualità venatorie, grazie all’addestramento e cura con la quale veniva svolto il lavoro. Anche al di fuori del territorio francese non è molto conosciuto.

Carattere

E’ un cane molto tranquillo, dolce, intelligente e facile d’addestrare. E’ brioso e spensierato, giocherellone soprattutto con i bimbi. Si affezziona moltissimo alle persone che gli tanno accanto, e per questo si adatta benissimo alla vita domestica; ha bisogno però di molte cure, soprattutto il pelo che deve essere spazzolato anche 2/3 volte a settimana. E’ abbastanza pulito. Ha bisogno però di grandi spazi aperti dove praticare movimento quotidiano; diventa vivace e instancabile quando lavora. Amante dell’acqua.

Standard di razza

ASPETTO GENERALE
Cane tarchiato e vigoroso.
TESTA
REGIONE DEL CRANIO: cranio rotondo e sviluppato alla sommità, cresta occipitale sporgente, pareti laterali piuttosto arrotondate.
La fronte si rialza verso il ciuffo che deve essere ben arricciato e ben sistemato sulla sommità del cranio, lasciando vedere la fronte libera.
Stop forma un debole angolo, benché sia marcato.
REGIONE DEL MUSO: tartufo marrone, sporge visibilmente sul davanti del labbro, piuttosto appuntito.
Canna nasale lunga, arcuata nel mezzo.
Labbra fini e poco pendenti, rendendo il muso piuttosto appuntito.
Occhi di color ambra scuro o nocciola, piuttosto piccoli; ben inseriti nell’orbita; sguardo franco e buono.
Orecchi di medio spessore, piatti, attaccati piuttosto in basso in modo da lasciar libere le guance; lunghi e forniti di lungo pelo serico molto arricciato che, riuniti con il ciuffo, formano una bella parrucca ricciuta che incornicia bene la testa.
COLLO
Un po’ arcuato, dai profili netti, molto muscoloso, attaccato finemente alla testa e solidamente alle spalle.
CORPO
Dorso diritto o leggermente convesso.
Rene abbastanza corto, largo, solido, muscoloso.
Groppa molto leggermente obliqua.
Torace profondo, largo, che discende pienamente a livello del gomito; costole lunghe e sporgenti; l’ultima vicina all’anca. Fianchi piatti e un po’ retratti.
CODA
Attaccata quasi all’altezza della linea del rene, portata abbastanza diritta, generalmente tagliata a un terzo della sua lunghezza; grossa alla nascita, ricca di pelo riccio che deve circondare la coda da tutte le parti.
Quando la coda non è tagliata, deve essere di media lunghezza, un po’ curva.
ARTI
Gli arti devono essere piuttosto corti, poiché è un cane basso sugli arti, senza però assomigliare a un cocker.
ANTERIORI: spalle forti, lunghe, oblique, chiuse alla giuntura con la spina dorsale.
Braccio forte e muscoloso.
POSTERIORI: anche salienti e che arrivano all’altezza del dorso.
Coscia diritta, discesa, muscolosa, ben arrotondata e con culottes.
Punta della natica sporgente.
Garretto largo e diritto, senza deviazioni né in fuori né in dentro.
Metatarso piuttosto corto, ricoperto, soprattutto sul dietro, d’una frangia ricciuta.
Lo sperone è da evitare.
Piedi rotondi, bene in appiombo, con lunghi peli ricci tra le dita.
MANTELLO/PELO
Riccio e leggermente arruffato.
COLORE
Marrone, preferibilmente marrone e grigio screziato, con riflessi color foglia morta.
TAGLIA
Altezza da 52 a 58 cm.
DIFETTI
Qualsiasi deviazione da quanto detto sopra deve essere considerato come difetto, e deve essere valutato secondo il grado della sua gravità • Cranio piatto sui lati, fronte parallela alla canna nasale; mancanza di ciuffo ; ciuffo che va fino alle arcate sopraccigliari o ciuffo formato di peli che ricadono • Angolo formato dallo stop troppo diritto • Tartufo nero, pallido, rotondo, depigmentato • Canna nasale corta o troppo montonina • Labbra spesse, pendule • Occhi troppo chiari, a fior di testa o troppo incassati; sguardo stralunato o cattivo 2 • Orecchi spessi, rivoltati in dentro, troppo corti, attaccati troppo alti, portati in avanti o indietro • Collo troppo pesante, piatto nella parte superiore, troppo impastato nella sua inserzione con la testa • Dorso lungo, stretto o concavo • Rene lungo, stretto o piatto • Groppa avvallata, troppo diritta. • Torace non abbastanza disceso, troppo rotondo, concavo, costole piatte o troppo ravvicinate • Fianchi pieni, troppo discesi • Coda attaccata troppo alta o troppo bassa, troppo ricurva, portata a sciabola, con pennacchio. • Spalle corte, diritte, distanziate alla cima • Braccia esili • Anche basse • Coscia piatta • Garretti deviati, diritti, troppo distanziati o troppo ravvicinati • Metatarsi lunghi, obliqui dal dietro all’avanti o deviati a destra o a sinistra, senza frange • Piedi stretti, non troppo larghi, troppo coperti di pelo; cuscinetti carnosi • Pelo troppo piatto, troppo arricciato, troppo duro o troppo fine; ciuffo non arricciato o ricadente come nei barboni • Color nero, nero e bianco, con focature. Qualsiasi cane che presenti in modo evidente delle anomalie d’ordine fisico e comportamentale, sarà squalificato.
N.B. I maschi devono avere due testicoli d’aspetto normale completamente discesi nello scroto.

Utilizzazione

Ottimo retriever da palude, eccellente cacciatore di anatre; oltre che cane da cerca è un ottimo cane da riporto. Adatto ad ogni genere di cacciagione selvatica; si adatta benissimo ad ogni tipo di terreno e condizione climatica; grazie al pelo arricciato, riesce a resistere benissimo ai malanni, come il raffreddore. E’ abile soprattutto nelle paludi; con il passare del tempo i piedi si sono appiattiti. Apprezzato anche come simpatico e dolce cane da compagnia.

Alimentazione

Foto di Epagneul de Pont Audemere