Grand Basset Griffon Vendeen

  • Taglia media
  • Razza non pericolosa
  • Razza riconosciuta ENCI
    Gruppo 6 - segugi e cani per pista di sangue

Caratteristiche Grand Basset Griffon Vendeen

Facilità di formazione
Difesa territorio e persone
Adatta ai bambini
Cura e perdita pelo
Perdita bava

Descrizione

Il Grand Basset Griffon Vendeen è un cane armonioso ed elegante, è di taglia piccola: la sua statura è di circa 40-45 cm.
Classificato come braccoide morfologicamente. Piccolo cane spigliato e vigoroso, con corpo molto leggermente longilineo. Coda fieramente portata. Il pelo è duro e lungo ma senza esagerazione. Testa espressiva, orecchie ben a voluta, guarnite di pelo lungo inserite al di sotto della linea dell’occhio, non troppo lunghe.
Il prezzo del Grand Basset Griffon Vendeen è a partire da 600€.

Origine

Come tutti i bassotti, proviene dai cani di taglia maggiore. Questa razza deriva dai grandi Griffoni, è un discendente del Cane di Sant’Uberto, del Bracco Italiano e del Griffon Nivernais; proviene dalla regione della Vandea, da cui prende il nome.
Chiamato anche “Cane Bianco del Re”.
I primi incroci per creare questa nuova razza furono fatti nel XIX, quando si ricercava un cane che avesse le gambe dritte.

Carattere

E’ un cane molto intelligente, simpatico e intraprendente; é un pò testardo e il padrone deve fargli capire chi comanda. Coraggioso ed è un abile cacciatore.
Anche affettuoso e fedele con chi vuole bene.
Si addestra facilmente al lavoro venatorio. Ama sempre scoprire posti nuovi.

Standard di razza

ASPETTO GENERALE
Di costruzione leggermente allungata, ha anteriori diritti, una struttura da basset, e non deve sembrare un piccolo Briquet.
È armonioso ed elegante.
COMPORTAMENTO – CARATTERE
Comportamento: veloce, ben dotato di voce, appassionato cacciatore; coraggioso, ama i roveti e i cespugli.
Temperamento: un po’ ostinato; tuttavia sa comportarsi bene.
È il padrone che deve saper farsi obbedire.
TESTA
REGIONE DEL CRANIO: cranio non pesante, convesso, allungato e non troppo lago, ben cesellato sotto gli occhi.
Occipite ben segnato.
Stop ben pronunciato.
REGIONE DEL MUSO: tartufo ben sporgente.
Narici ben aperte. Nero e sviluppato tranne che nei soggetti bianco-arancio dove è tollerato marrone.
Muso quadrato all’estremità. Sensibilmente più lungo del cranio; canna nasale leggermente montonina.
Labbra abbastanza cadenti, ricoprono bene la mascella inferiore e danno un profilo quadrato all’estremità del muso. Ricoperte di buoni baffi.
Mascelle/Denti: chiusura a forbice. Denti molto sviluppati.
Occhi ovali, grandi, scuri, senza bianco: espressione amichevole e intelligente. La congiuntiva non deve essere evidente.
Orecchi morbidi, stretti e fini, con lunghi peli; terminano in ovale allungato, ben rigirate in dentro. Attaccate basse, sotto la linea dell’occhio.
Devono poter sorpassare l’estremità del tartufo.
COLLO
Lungo, robusto e molto muscoloso, che esce bene. Senza giogaia.
CORPO
Dorso lungo, largo e decisamente diritto, mai insellato, e con una leggera convessità che inizia all’attaccatura del rene; garrese leggermente sporgente.
Rene solido, molto muscoloso, leggermente arcuato.
Torace piuttosto ampio e ben disceso fino al gomito.
Costole arrotondate, mai piatte né cilindriche.
Torace leggermente meno ampio al gomito per facilitare il movimento.
Fianchi piuttosto pieni, ventre mai retratto.
CODA
Grossa all’attaccatura si assottiglia gradatamente; inserita abbastanza alta, portata a sciabola, o leggermente ricurva, ma mai sul dorso o piegata in punta. Piuttosto lunga.
ARTI
Nell’insieme struttura ossea sviluppata ma secca. S’intende che la qualità dell’osso non è questione di volume ma di densità.
ANTERIORI: devono essere diritti con un anteriore spesso e un carpo solo leggermente marcato ma molto solido.
Spalla lunga, secca e obliqua.
Gomito: non deve essere troppo aderente al corpo né troppo scollato. Avambraccio spesso; i carpi non devono mai toccarsi.
POSTERIORI: in generale solidi, e ben diretti sull’asse del corpo.
Punte iliache visibili. Coscia molto muscolosa ma non troppo arrotondata; ossatura e articolazioni molto solide.
Garretto ampio e angolato, non deve mai essere diritto. Visto dal dietro, non deve sembrare deviato in fuori né in dentro.
Piedi forti e ben chiusi con cuscinetti duri e unghie solide; è ricercata una buona pigmentazione dei cuscinetti e delle unghie.
Andatura: in azione il cane deve dare l’impressione di resistenza e scioltezza; il movimento deve essere libero e armonioso.
PELLE
Piuttosto spessa, spesso marmorizzata nei cani tricolori. Niente giogaia.
MANTELLO/PELO
Duro, non troppo lungo e piatto, mai serico o lanoso.
Le frange non dovrebbero essere troppo abbondanti.
Il ventre e l’interno delle cosce non devono essere glabri; sopraccigli folti, ma che non coprono l’occhio.
COLORE
Nero pezzato di bianco (bianco e nero); Nero marcato di fulvo (nero focato); Nero con marcature color sabbia; Fulvo a pezzatura bianca (bianco/arancio); Fulvo con gualdrappa nera e macchie bianche (tricolore); Fulvo carbonato; Sabbia carbonato con macchie bianche; Sabbia carbonato; Colori chiamati tradizionalmente pelo di lepre, pelo di lupo, di tasso e di cinghiale.
TAGLIA
Altezza al garrese: Maschi da 40 a 44 cm Femmine da 39 a 43 cm Con una tolleranza di 1 cm in più o in meno.
DIFETTI
Qualsiasi deviazione da quanto sopra deve essere considerato come difetto e la severità con cui questo difetto va penalizzato deve essere proporzionata alla sua gravità.
Testa:
• Troppo corta
• Cranio piatto
• Muso corto
• Depigmentazione del tartufo delle labbra o delle palpebre
• Chiusura a tenaglia
• Occhio chiaro
• Orecchi attaccati alti, corti, non abbastanza rigirati in dentro o mancanti di pelo.
Tronco:
• Costruzione troppo lunga, troppo corta
• Mancanza di armonia
• Linea dorsale insufficientemente tesa
• Groppa avvallata Coda
• Deviata
Arti:
• Struttura ossea insufficiente
• Angolazioni troppo diritte
• Garretti troppo chiusi
• Piedi schiacciati
Pelo:
• Insufficientemente denso, pelo fine
Comportamento:
• Soggetto timoroso.
DIFETTI ELIMINATORI 
Mancanza di tipicità
• Prognatismo (superiore o inferiore)
• Occhio gazzuolo, eterocromia
• Regione sternale non sufficientemente ampia: costole richiuse verso il basso
• Coda con nodi
• Arti torti o semi-torti
• Pelo lanoso
• Mantello monocolore nero o bianco
• Depigmentazione importante
• Taglia fuori standard
• Tara invalidante riscontrabile.
Malformazione anatomica
• Soggetto pauroso o aggressivo.
N.B. I maschi devono avere due testicoli apparentemente normali completamente discesi nello scroto.

Utilizzazione

Cacciatore perfetto soprattutto di fagiano e coniglio; necessita di un po’ di riposo dopo una dura seduta di caccia, per questo è consigliato per le persone che hanno l’abitudine di dediare soltanto mezza giornata alla caccia.
Anche un eccelente cane da compagnia con la sua famiglia.

Alimentazione

Essendo un cane da caccia ha bisogno di ricevere un’alimentazione di alta qualità durante tutto l’anno; non si può pretendere che la somministrazione di un alimento molto energetico pochi giorni prima della stagione possa rendere il vostro amico scattante, concentrato ed efficiente nel suo lavoro. 
Naturalmente, durante il periodo di inattività, il cane ha bisogno di meno energia per cui un mantenimento per cani adulti è sufficiente a soddisfarne il fabbisogno giornaliero.

Foto di Grand Basset Griffon Vendeen