Griffone a Pelo Duro Korthal

  • Taglia media
  • Razza non pericolosa
  • Razza non riconosciuta ENCI

Caratteristiche Griffone a Pelo Duro Korthal

Facilità di formazione
Difesa territorio e persone
Adatta ai bambini
Cura e perdita pelo
Perdita bava

Descrizione

Cane con un aspetto rustico, vigoroso e robusto di taglia media: i maschi raggiungono i 55-60 cm e le femmine i 50-55.
La sua testa è allungata, con grandi baffi e sopracciglia.
Il pelo in questa parte del corpo è ruvido.
Il cranio è leggermente largo mentre il muso è lungo e squadrato.
La canna nasale è leggermente montonina e l’angolo facciale è solo pronunciato.
Il tartufo è quasi sempre di colore marrone.
I denti sono forti e completi nel numero.
Il collo è lungo e non possiede la giogaia.
I suoi occhi sono grandi, bruni o gialli e danno al cane un’espressione intelligente.
Le orecchie non sono molto lunghe, portate piatte e ricadono lungo la testa; non sono accartocciate e l’attaccatura è bassa.
Il pelo che le ricopre è un misto tra il lungo e il corto.
Gli arti sono forti e muscolosi.
La sua muscolatura è tonica e ben sviluppata.
La coda è portata orizzontalmente, la punta può essere sollevata; è sempre ricoperta da un folto pelo, solitamente viene tagliata di almeno un quarto.
Il pelo è duro e ruvido, con fitto sottopelo; non è mai lanoso o riccio.
Il mantello è di colore grigio con macchie marroni, oppure bianco-marrone o bianco-arancione.

Origine

Ottenuto negli anni 1870-1873 dall’olandese E.K. Korthals (è ritenuto il padre dei griffoni a pelo duro, che appunto portano il suo nome) con incroci tra Otterhound, Setter, Pointer e Spaniel.
L’obiettivo era quello di ottenere un cane che avesse una stabilità morfologica, caratteriale e comportamentale.
Lo scopo fu raggiunto senza problemi, anche se, grazie ad un lungo e complesso lavoro.
Oggi questo cane è molto diffuso ed apprezzato.
Esiste una razza omonima con la differenza che è a pelo morbido.

Carattere

E’ un cane molto allegro, vispo, intelligente e coccolone.
Perfetto cane da compagnia, riesce a mantenere sempre la sua calma.
Si adatta a qualsiasi luogo e sopporta un clima rigido.
Esteriormente, appare come un cane forte e sicuro.

Standard di razza

ASPETTO GENERALE
Cane vigoroso, rustico, di taglia media. Più lungo che alto. Il cranio non è troppo ampio. Il muso è lungo e quadrato.
Gli occhi, giallo scuro o marroni sono sormontati, ma non nascosti, da sopracciglia cespugliose; i baffi ben sviluppati e la barba gli danno un’espressione caratteristica ed esprimono fermezza e sicurezza.
COMPORTAMENTO –CARATTERE
Gentile e fiero, eccellente cacciatore, molto affezionato al suo padrone e al suo territorio di cui è attento guardiano. Molto gentile con i bambini.
TESTA
Grande e lunga, con pelo ruvido, folto ma non troppo lungo, con baffi, barba e sopracciglia ben sviluppati.
REGIONE DEL CRANIO: cranio non troppo largo. Le linee superiori del cranio e del muso sono parallele. Stop non troppo pronunciato.
REGIONE DEL MUSO: tartufo sempre marrone. Muso lungo e quadrato, della stessa lunghezza del cranio; canna nasale leggermente montonina.
Occhi giallo scuro o bruni, grandi, arrotondati, sormontati ma non coperti da sopracciglia, dall’espressione molto intelligente.
Orecchi di media grandezza, non arrotolati in dentro, piatti, inseriti sulla linea dell’occhio; il pelo corto che li ricopre è più o meno frammisto di peli più lunghi.
COLLO
Mediamente lungo, senza giogaia.
CORPO
Di lunghezza nettamente superiore all’altezza al garrese (da 1/20° a 1/10°).
Dorso forte.
Rene ben sviluppato.
Torace alto, non troppo largo, con costole leggermente cerchiate.
CODA
Portata orizzontalmente o con la punta leggermente rialzata, ricoperta di folto pelo ma senza pennacchio, deve generalmente essere accorciata di un terzo o un quarto. Se non è tagliata, sarà portata orizzontalmente con la punta leggermente rialzata.
ARTI
ANTERIORI: diritti, vigorosi, dal pelo folto. In azione sono perfettamente paralleli.
Spalle ben aderenti, piuttosto lunghe, molto oblique.
POSTERIORI: dal pelo folto. Cosce lunghe e ben muscolose.
Garretti ben angolati.
Piedi rotondi, solidi con dita ben chiuse e arcuate.
L’andatura a caccia è il galoppo, alternato con periodi di trotto.
Il trotto è allungato.
Movimento felino quando accosta la selvaggina.
MANTELLO/PELO
Duro e grezzo, ricorda al tatto le setole del cinghiale. Mai riccioluto o lanoso. Sotto il pelo duro di copertura si trova un sottopelo fine e fitto.
COLORE
Preferibilmente tonalità grigio acciaio con macchie marroni (fegato) o marrone (fegato)a tinta unita. Frequente il roano–fegato o una stretta miscela di marrone (fegato) con peli bianchi. Ammessi anche i mantelli bianco e marrone, o bianco e arancio.
TAGLIA
Altezza: Maschi da 55 a 60 circa e Femmine da 50 a 55.
DIFETTI
Qualsiasi deviazione da quanto sopra deve essere considerato difetto e la severità con cui questo difetto sarà penalizzato deve essere proporzionata alla sua gravità.
N.B. I maschi devono avere due testicoli apparentemente normali, completamente discesi nello scroto.

Utilizzazione

Cane da cerca e da ferma, particolarmente adatto alla caccia della quaglia e della lepre.
Ottimo anche come cane da compagnia.

Alimentazione

Foto di Griffone a Pelo Duro Korthal