Silky Terrier

  • Taglia piccola
  • Razza non pericolosa
  • Razza non riconosciuta ENCI

Caratteristiche Silky Terrier

Facilità di formazione
Difesa territorio e persone
Adatta ai bambini
Cura e perdita pelo
Perdita bava

Descrizione

Di dimensioni ridotte, è un cane basso, di media lunghezza.
Cranio piatto, occhi piccoli, di colore scuro e di forma tonda.
Orecchie diritte a forma di triangolo, prive di pelo.
Ossatura piccola ma robusta.
Con la famiglia è disponibile ed espansivo. Tra molteplici virtù annovera anche un grande senso di educazione, pulito anzi pulitissimo, non perde pelo e non sporca in casa. Molto agile e scattante con ottime doti da saltatore, gli arti anteriori hanno capacità simili a quelle dei felini (gatto) in grado di afferrare oggetti.
Grande predatore di topi i quali non trovano ne pace ne scampo.
Con le sue doti caratteriali è un ottimo cane da compagnia.
Facile da gestire, non perde pelo e non emana odore.

Origine

Razza ottenuta con incroci di sangue tra Skye, Cairn e Yorkshire nel diciannovesimo secolo in Australia; parente dell’Australian Terrier.
Viene anche chiamato Terrier di Sidney.
È una razza molto apprezzata e diffusa all’interno del suo territorio natio e anche nel resto del mondo è particolarmente conosciuta e diffusa.
Venne riconosciuto ufficialmente nel 1955 e lo standard ufficiale nel 1959.
Più nello specifico il Silky terrier trae le proprie recenti origini da incroci voluti tra Australian terrier e Yorkshire terrier.
Dallo Yorkie ha ereditato infatti il mantello serico e lungo, mentre la sua struttura ricorda l’Australian terrier, sebbene la sua dimensione sia ridotta rispetto a quest’ultimo.
Nel 1908 fu fondato in Australia il primo Club dedicato alla razza quindi fu elaborato un primo standard delinato poi nel 1932 (in quel periodo esistevano 2 varietà, il Silky ed il Sidney terrier).
Si arrivò quindi all’uniformità della razza anche grazie all'”intromissione” degli americani, grandi estimatori della razza che con il loro lavoro di selezione portarono la razza alle caratteristiche moderne che noi conosciamo. 

Carattere

E’ un cane allegro, vispo, ostinato, molto intelligente e facile da addestrare.
Molto socievole e simpatico, ama fare tanti giochi e stare in compagnia dei bimbi.
È adatto alla vita domestica, non arreca particolari disturbi ed è molto fedele al proprio padrone, rispettoso della casa e di tutte le proprietà della famiglia.
Non vuole mai essere lasciato per un periodo di tempo lungo perché soffre tanto la solitudine.
Verso gli estranei è un po’ diffidente così come verso gli altri cani.
Grande abbaiatore e ama inseguire i gatti.
Ha bisogno di praticare moto quotidiano, lunghe passeggiate per mantenere la linea e non ingrassare.

Standard di razza

ASPETTO GENERALE
Cane compatto, costruito moderatamente basso, di lunghezza media, dalle linee finemente a disegnate, ma con una sostanza sufficiente a ricordare che è capace di cacciare e uccidere i roditori della casa.

CARATTERE
Canino molto vivace e giocherellone. Eccellente compagno e ottimo cane da casa, adatto anche per stare insieme ai bambini e sempre a contatto con la famiglia.

TAGLIA
Altezza: maschi: circa 23 cm. 
Le femmine sono leggermente più piccole.
Peso: da 3,5 a 4,5 kg (peso molto ricercato).

CORPO
Tronco: moderatamente lungo in rapporto all’altezza al garrese. Linea del dorso dritta. Il dorso cadente in avanti o convesso costituisce un difetto grave. Petto di altezza e larghezza moderate. Costole ben cinturate, che si estendono all’indietro. Regione lombare solida.
Testa e muso: testa di lunghezza moderata, leggermente più corta dall’estremità del naso a un punto situato fra gli occhi che da questo punto all’occipite. Deve essere forte e di carattere terrier, moderatamente larga fra le orecchie. Cranio piatto e non riempito fra gli occhi. Porta un toupet di peli fini e setosi che non ricade sugli occhi (il pelo lungo che ricade sulla canna nasale e sulle guance è un grave difetto).
Tartufo: di colore nero.
Denti: mascelle forti, denti regolari e non allineati male in mancanza di spazio. Articolazione a forbice.
Collo: di lunghezza media, leggermente convesso, presenta la ” pastiglia”, e si inserisce armoniosamente nelle spalle. Ben coperto da pelo lungo e setoso.
Occhi: devono essere piccoli, rotondi, non prominenti, il più scuri possibile. Esprimono una viva intelligenza.
Orecchie: devono essere piccole, a forma di V. Il padiglione è fine. Attaccate alte sul cranio, dritte e completamente prive di peli lunghi.

ARTI
Gli arti anteriori sono dotati di una ossatura rotonda finemente disegnata. Sono dritti e ben disposti sotto il corpo senza alcuna debolezza nei metacarpi. Spalle fini ed inclinate all’indietro, si adattano bene al braccio con una buona angolazione e sono ben disposte contro le costole. Gomiti non chiusi né aperti. Cosce ben sviluppate. Grassella ben angolata. Garretto ben angolato. Visti da dietro i garretti devono essere il più discesi possibile. Piedi piccoli, muniti di buoni cuscinetti; piedi di gatto dalle dita ben serrate. Le unghie devono essere nere o il più possibile scure.

CODA
Di preferenza tagliata, attaccata alta, portata rialzata ma non troppo gaiamente. Non deve presentare frange.

PELO
Deve essere piatto, fine e lucente, di tessitura setosa. La lunghezza del pelo va da 13 a 15 cm da dietro le orecchie fino all’attaccatura della coda, ma non deve intralciare il cane in azione. Gli arti a partire dai polsi e dai garretti fino ai piedi, sono privi di peli lunghi.
Colori ammessi: blu e focato oppure grigio blu e focato. Più il colore è intenso più è apprezzato. Il blu sulla coda deve essere molto scuro. Da ricercare un toupet di colore blu argento o fulvo. La distribuzione del blu e focato è la seguente: attorno alla base delle orecchie, sul musello e il lato delle guance; blu alla base del cranio fino all’estremità della coda, discendente sugli arti anteriori fino in prossimità dei polsi e discendente lungo le cosce fino ai garretti. La linea focato discende sulla grassella e va dai polsi e dai garretti alle dita. Colore focato attorno all’ano. Il corpo deve essere esente da macchie nere e da macchie ombreggiate scure. Il colore nero è ammesso nei cuccioli, ma quello blu deve essere ben presente verso i 17-18 mesi di età.

DIFETTI
Monorchidismo, criptorchidismo, pelo scomposto, pelo sporco, pelo non curato, andatura scorretta, testa atipica, colori non ammessi dallo standard, misura fuori taglia, peso eccessivo, timidezza, depigmentazione, coda attaccata bassa, occhio chiaro.


Utilizzazione

Cane da compagnia e buon cacciatore da tana; eccellente guardiano molto sospettoso verso gli estranei.

Alimentazione

Da tenere sempre sotto controllo l’alimentazione perché questa razza ha la tendenza ad ingrassare con molta facilità; l’obesità è un fenomeno molto frequente.

L’alimentazione varia in base alla sua etá ed allo stile di vita. Durante lo svezzamento (4-7 settimane) e fino al terzo mese d’etá, un cucciolo ha bisogno di mangiare liberamente, dovrebbe avere cibo disponibile senza limiti di tempo e senza orari. Ció aiuta a prevenire l’ipoglicemia e consente al cucciolo di mangiare quanto necessario proprio durante la fase piú importante della sua crescita. Dai 3 ai 6 mesi: è il momento di iniziare a fornirgli pasti programmati; continuare ad alimentare liberamente il piccolo che cresce renderebbe difficoltoso capire quando potete uscire di casa. Inoltre un cane  ben educato agli orari avrà poi delle abitudini comportamentali corrette. Potrete somministrargli 3-4 pasti al giorno: mattino, pranzo, inizi serata e tarda serata (non oltre 2 ore prima dell’ora di fare la nanna). State affrontando una fase di crescita fondamentale ed il vostro cucciolo mangerá di piú che da adulto.
Dai 6 mesi ad 1 anno potete diminuire da 4 a 3 oppure da 3 a 2 pasti quotidiani. Da un anno in poi  puó alimentarsi una sola volta al giorno. Alcuni preferiscono dargli da mangiare 2 volte, colazione e cena; tenete presente che dopo il pasto mattutino avrá bisogno di evacuare. In fase di svezzamento la miglior dieta consiste di pappe a base di ingredienti ipoallergenici, ossia piccoli pezzettini di carne bianca (pollo) bollita, latte artificiale a basso contenuto di lattosio ed acqua, frullati in una poltiglia densa dalla consistenza simile alla crema di cereali o semolino per neonati.

Foto di Silky Terrier