Telomian

  • Taglia media
  • Razza non pericolosa
  • Razza non riconosciuta ENCI

Caratteristiche Telomian

Facilità di formazione
Difesa territorio e persone
Adatta ai bambini
Cura e perdita pelo
Perdita bava

Descrizione

Il Telomian è un razza molto antica allevata dagli aborigeni della Malesia.
Nel Paese di origine viene utilizzata per la caccia, la pastorizia, la guardia e la compagnia.
Cani dotati di grande agilità, riescono a salire le scale per accedere alle abitazioni rialzate.
La razza Telomian è diventata nota in Occidente nel 1963 quando l’antropologo americano Orville Elliot ha individuato alcuni esemplari allevati dagli aborigeni nelle giungle della Malesia.
Telomian deriva dal nome del fiume di Telom.
Alcuni esemplari sono stati portati negli Stati Uniti dove, ben nutriti e aiutati da nuovi ambienti, sono migliorati sia nella taglia che nel temperamento.
Tutti gli esemplari presenti in America derivano da due accoppiamenti originali.

Origine

Il Telomian è una razza allevata fin dal tempo degli aborigeni della Malesia.
Fu portato negli Stati Uniti nel XX secolo. Forse è un lontano parente del Basenji.
La razza è diventata nota in Occidente nel 1963 quando l’antropologo americano Orville Elliot ha individuato alcuni esemplari alleevati dagli aborigeni nelle giungle della Malesia.
Il nome della razza deriva dal fiume di Telom.

Carattere

Il Telomian è un cane allegro, vispo, molto intelligente.
Adora i bambini e ama le coccole e le attenzioni della famiglia.

Si affeziona sin dal primo impatto all’ambiente casalingo, soprattutto ai componenti della famiglia che lo riempiono di coccole e attenzioni.

Oggi il Telomian è un ottimo cane da compagnia che vive tranquillamente in appartamento, ma gradisce gli spazi aperti dove è libero di muoversi e di giocare.

In origine, invece, aveva il compito di catturare e uccidere gli animali nocivi come topi, ratti e serpenti, era quindi impiegato come cane da caccia, cosa che spiega perché fosse molto aggressivo ed è stato necessario lavorare sul suo carattere.

Standard di razza

ASPETTO GENERALE
Presenta caratteri simili al Basenji. Aspetto vigoroso e robusto. Negli Stati Uniti è utilizzato esclusivamente come cane da compagnia; molto apprezzato per la pulizia, la dignità e il sommesso educato abbaiare.

TAGLIA
Altezza:
maschi da 40 a 48 cm
femmine da 38 a 45 cm.

Peso:
maschi varia da 11 a 13 kg
femmine da 10 a 12 kg.

CORPO
La testa è a forma di cuneo; il corpo è compatto e la coda è portata a falce.
Gli arti sono robusti, il ventre retratto, il torace ampio.
Il pelo è corto e soffice, in tutte le tonalità del color sabbia, con macchie punteggiate sul petto e sui piedi.

Utilizzazione

In origine il Telomian era un cane utilizzato per ogni genere di compito.
Oggi è solamente un cane da compagnia, particolarmente apprezzato per la pulizia e l’educazione anche nell’abbaiare.

Alimentazione

La cosa migliore è nutrire i cani come carnivori, perché sono caratterizzati da un intestino corto, ideale per digerire proteine e grassi, ma questo non vuol dire che la sua dieta deve essere composta totalmente da carne: il suo organismo ha bisogno di proteine, carboidrati, lipidi, vitamine e minerali nelle quantità corrette.
Puoi decidere, se ritieni di avere le conoscenze necessarie, di preparargli tu il pasto, oppure di acquistarlo già pronto.

La scienza della nutrizione canina ha fatto enormi progressi negli ultimi anni. Oggi sono disponibili in commercio, alimenti specifici che forniscono al tuo cane una dieta corretta e bilanciata, per tutte le esigenze.
Nella scelta di acquistare l’alimento per il tuo cane, puoi trovare importanti vantaggi come praticità, velocità di preparazione, facilità d’impiego e conservazione, comodità e possibilità di scegliere alimenti formulati secondo le esigenze nutrizionali del cane.
Ma come orientarci in questo mondo sconosciuto? Innanzi tutto la scelta di questi alimenti dovrebbe basarsi su un principio di qualità. Come tutti i settori commerciali, anche quello della nutrizione canina propone prodotti di diverse fasce qualitative, determinate principalmente dalla qualità delle materie prime utilizzate, dai componenti e dalle formule sviluppate nei laboratori di ricerca della aziende produttrici.
La qualità della fonte proteica è uno dei componenti che incide maggiormente sia sulla qualità che sul costo del prodotto e, in un alimento per cani, è preferibile che sia di origine animale (carne).
La digeribilità e il valore biologico delle proteine animali, sono tanto maggiori quanto più alta è la quota di muscolo contenuta, mentre diminuiscono all’aumentare della concentrazione di elementi di scarto, quali tendini, cartilagini, interiora, ossa e collagene.
Per il cane le proteine animali sono più digeribili e nutrienti di quelle vegetali che, tuttavia, completano il profilo nutrizionale dell’alimento apportando le giuste dosi di acidi grassi essenziali. Le giuste quantità di cereali e verdure, sono necessarie per l’apporto vitaminico-minerale e per la regolazione della sua attività intestinale.
Un modo per valutare la qualità di un alimento per cani, è di leggere l’etichetta degli ingredienti e dei tenori analitici, che rappresentano la carta d’identità del prodotto. Nell’etichetta degli ingredienti, dove le singole materie prime devono essere elencate in ordine quantitativo decrescente, la fonte proteica animale può essere menzionata in diversi modi: “carne disidratata” significa che è 100% carne, “carne fresca” che è carne+acqua, invece “carne e derivati” o “farina di carne” che ci può essere qualunque parte di qualunque animale.
Le linee di fascia più alta sono chiamate Superpremium’. Questi prodotti, dove la qualità e le caratteristiche vengono estremizzate, sono ovviamente i più costosi, ma i risultati in termini di salute e aspetto del cane sono evidenti.
Per chi non vuole o non può investire su questa categoria di alimenti, il mercato propone le linee ‘Premium’, dove vi si possono trovare degli ottimi compromessi.
In commercio ci sono anche linee decisamente più economiche. Naturalmente il vantaggio del prezzo va a discapito della qualità del prodotto, degli elementi che lo compongono e della formulazione. Questi articoli si trovano principalmente sugli scaffali delle grandi superfici di vendita, dove non c’è personale preposto alla spiegazione dei prodotti, quindi l’attenzione dell’acquirente deve essere catturata dall’aspetto, dal packaging o dal prezzo. Fondamentale per l’aspetto sono la forma e l’uso di coloranti. Spesso questi alimenti sono anche molto appetibili, in quanto vi vengono aggiunti insaporitori e aromi artificiali.
Nella valutazione del prezzo bisogna considerare anche la resa effettiva di un alimento, ossia la quantità giornaliera necessaria per soddisfare le esigenze nutrizionali del cane.

Foto di Telomian