La discriminazione olfattiva

In quest’attività andiamo a stimolare una grande dote che il cane possiede naturalmente, cioè l’olfatto. È un’attività che possono fare tutti i cani, non ci sono particolari indicazioni per insegnarla, l’unica che ci può essere è quella di capire se è un’attività che al vostro cane piace fare o no. Se è così, sarà più semplice insegnare questo tipo di lavoro, mentre se è un’attività che non piace, sarà un po' più difficoltoso. Possiamo sempre insegnarla, ma consiglierei di testare altre attività, per trovarne una in cui il cane si diverte di più.

Ogni cane, infatti, è portato più o meno a una certa attività, come noi del resto. C'è chi è portato per dipingere, chi per fare lavori manuali e solitamente scegliamo proprio delle attività dove troviamo gusto e soddisfazione. Ecco, per il cane vale la stessa regola. Per individuare quale attività piaccia al cane, basta fare delle prove e appena notiamo che il nostro cane si accende nel fare quel tipo di lavoro, allora avremo trovato l’attività giusta. Basta ascoltare il cane, sarà lui stesso a dare tutte le riposte per la scelta!

In poche parole, la discriminazione olfattiva consiste nel distinguere tra diversi odori e sceglierne uno in mezzo ad altri. Un cane antidroga riconosce l'odore di una particolare droga in mezzo a mille altri odori: cibo, cuoio, tabacco, ecc. Nelle gare di Obedience, per fare un altro esempio, è prevista una prova in cui il cane deve identificare, in un mucchietto di pezzetti di legno o altro, il pezzetto che dato nelle mani del suo padrone e che, quindi, ne ha l'odore. Il cane è capace di fare ciò per un istinto naturale, infatti, in natura il lupo è capace di sentire la differenza tra la traccia di una lepre a una traccia di una volpe. Questo avviene in base alla motivazione che ha l’animale in quel momento, altrimenti sceglierà un’altra traccia. Facciamo un esempio. Se il lupo è molto affamato, probabilmente seguirà la traccia lasciata da una volpe. Se il lupo è affamato e si trova in branco, sceglierà la traccia della lepre. Se il cane è sazio e soddisfatto, deciderà di non fare assolutamente niente.

Per fare quest’attività, quindi, dobbiamo dare una motivazione alta al cane. Ecco perché il cane deve essere portato nel fare questo e deve provarne piacere, perché più la motivazione è alta e più il cane è focalizzato sul lavoro da fare e più si applicherà. La discriminazione olfattiva può essere fatta con diversi oggetti, ad esempio, cercare le chiavi. Insegneremo l’odore delle nostre chiavi al cane, per poi andarle a mettere insieme con altre. A quel punto il cane, avendo l’informazione olfattiva delle nostre chiavi, sarà capace di trovarle. Stessa cosa si può fare per la ricerca di funghi o di tartufo, il procedimento della discriminazione olfattiva è sempre lo stesso.

Per fare quest’attività è consigliato rivolgersi a una figura competente, in modo che la imposti nel modo corretto, perché è un’attività che richiede precisione esperienza e conoscenza. Quando poi avrete appreso il meccanismo, potrete far discriminare qualsiasi cosa al vostro cane.

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo