Piccolo Segugio Svizzero

Descrizione



Il Segugio Svizzero fa parte delle quattro differenti varietà di piccoli segugi: il Piccolo segugio svizzero, il Piccolo segugio del Bernese, il Piccolo segugio del Lucernese e il Piccolo segugio del Giura; hanno tutte lo stesso standard, ma si differenziano per quanto riguarda il colore del mantello.

La statura del Piccolo Segugio Svizzero è circa 30-38 cm.
Il corpo è a forma di rettangono, lungo e magro, ma abbastanza solido e robusto.
La sua testa è a volta, con cranio tondeggiante.
Il musetto è allungato, abbastanza prospiciente, con stop non molto evidente; termina con un tartufo di colore scuro.
I denti sono aguzzi e servono per avere una buona presa sulle prede.
Gli occhi del Segugio Svizzero sono grandi, scuri e riflettono il loro carattere docile.
Le orecchie sono lunghe, floscie, di forma triangolare e sono ricoperte da pelo raso.
Il collo è piccolo e parecchio cicciotello.
Le zampe sono dritte, con muscolatura molto sviluppata che gli permettono di correre veloce.
L'ossatura è compatta e dura e gli permette di resistere alle fatiche per lungo tempo.
La coda ricade, senza curvarsi in maniera rilevante, con pelo molto fine e la forza di una frusta.
Il manto del Segugio Svizzero deve essere portato sempre corto, mai lungo.
Il Segugio Svizzero appartiene al gruppo FCI 6 dei Segugi e razze correlate come anche il Segugio Tedesco, il Segugio austriaco, il Dalmata, il Beagle e il Rhodesian Ridgeback.

CONDIVIDI



Piccolo Segugio Svizzero cucciolo



Piccolo Segugio Svizzero Cucciolo

Nazionalità



Svizzera.

Origine



é una razza molto antica: è una varietà del Segugio svizzero, di dimensioni ridotte. All'inizio del 1900 si voleva creare un cane più piccolo per la caccia, che venne incrociato con altre razze e si formò quello attuale. Si conoscono diversi esemplari di “Piccoli segugi svizzeri”, che sono diversi per i pigmenti del pelo.

Piccolo Segugio Svizzero Adulto



Piccolo Segugio Svizzero Adulto

Carattere



Cane combattivo, solido di corporatura, grintoso e veloce durante i periodi di caccia; è molto bravo a fiutare le prede buone per la caccia; molto intelligente, tranquillo
Dolce con il padrone è estremamente gentile e docile: farebbe di tutto per lui.
In famiglia è pacato, ma anche molto vivace e allegro quando esce all'aperto e gioca con gli altri cani.
Coi bambini è un cane da guardia favoloso: sempre molto attento e bravo.

Standard di Razza



ASPETTO GENERALE
Del tipo “segugio”, è una versione in taglia ridotta del segugio svizzero, con un’altezza al garrese da 35 a 43 cm per i maschi e di 33-40 cm per le femmine.
Iscritto nel rettangolo, di media lunghezza, ha una costruzione forte.
Testa di media dimensione, asciutta, nobile, d’espressione gentile e attenta, ornata di lunghissimi orecchi pendenti, attaccati bassi e portati con bella piega.
Cassa toracica moderatamente ampia ma ben discesa e molto capace per dare spazio ai polmoni e al cuore.
Arti asciutti e robusti. Portata pendente, la coda si rialza leggermente quando il cane si muove.
Ci sono quattro varietà di colore: a) Piccolo segugio del Bernese b) Piccolo segugio del Giura c) Piccolo segugio del Lucernese d) Piccolo segugio svizzero.

COMPORTAMENTO – CARATTERE
Piccolo segugio veloce, agile e resistente, dal fiuto finissimo e appassionato alla caccia. Cerca, stana, segue la pista con sicurezza e dando la voce con toni sonori e armoniosi. Di natura amabile e di temperamento da calmo a vivace, non è pauroso e mai aggressivo.

TESTA
Nobile e asciutta. Vista dal davanti è piuttosto allungata e stretta; non si allarga che gradatamente all’altezza delle guance.
REGIONE DEL CRANIO: cranio leggermente bombato, senza rughe sulla fronte e senza sutura metopica.
Occipite poco saliente. La distanza fra l’occipite e lo stop è quasi uguale a quella dallo stop all’estremità del tartufo.
Gli assi del cranio e della canna nasale sono il più possibile diritti e paralleli. Stop moderatamente marcato.
REGIONE DEL MUSO: tartufo scuro, con narici ben aperte.
Muso robusto, abbastanza lungo e di media profondità, mai appuntito.
Canna nasale preferibilmente diritta, o molto leggermente montonina, piuttosto stretta.
Le labbra superiori sono moderatamente pendenti, e formano una leggera curva sul davanti, mai appuntite.
Commessura ben chiusa.
Mascelle/Denti: dentatura molto forte, regolare e completa con chiusura a forbice ( la faccia posteriore degli incisivi superiori sta a stretto contatto con la faccia anteriore degli incisivi inferiori); i denti sono impiantati perpendicolarmente alle potenti mascelle. Permessa la tenaglia. La mancanza di due PM1 o PM2 è tollerata. La mancanza degli M3 non è presa in considerazione.
Guance poco evidenziate.
Occhi scuri, puliti, di forma leggermente ovale; dallo sguardo amichevole. Non infossati né sporgenti. Fessura palpebrale molto tesa con palpebre strettamente aderenti, e bordi ben pigmentati.
Orecchi inserzione bassa, piuttosto indietro, non più in alto della linea degli occhi; sono stretti alla base; se li si tira, devono avere una lunghezza sufficiente da arrivare almeno all’estremità del tartufo; sono piegati elegantemente e portati pendenti ben aderenti alla testa; di consistenza sottile e con pelo fine.
Muscolo dell’orecchio non sporgente.

COLLO
Moderatamente lungo, leggero ed elegante, però ben muscoloso.
La pelle della gola è rilasciata, ma la giogaia non è ricercata.

CORPO
Linea superiore procede armoniosamente dall’inserzione del collo fino alla groppa che è dolcemente in discesa.
Dorso diritto, fermo, di media lunghezza.
Rene ampio, possente ed elastico.
Groppa scende dolcemente verso l’inserzione della coda; le ossa iliache non devono essere visibili.
Torace: largo e ben disceso, arriva almeno alla punta del gomito. La punta dello sterno è visibile, ma non nettamente sporgente.
Le costole sono lunghe, moderatamente cerchiate.
Cassa toracica larga che si estende bene all’indietro.
Ventre linea inferiore leggermente retratta. Fianchi moderatamente pieni.

CODA
Inserita bassa, in armoniosa continuazione della groppa; di media lunghezza, arriva almeno al garretto; ben fornita di pelo ma senza pennacchio, si va assottigliando verso la sua estremità elegante. A riposo e al passo lento pende ed è portata senza curva finale; in movimento e in eccitazione viene rialzata, ma non è mai ricurva sul dorso.

ARTI
ANTERIORI: fortemente muscolosi, non danno però l’impressione di essere pesanti.
Visti dal davanti sono asciutti, perfettamente diritti e perpendicolari, dotati di una buona ossatura.
I piedi, fermi, sono diretti in avanti.
Spalla fortemente muscolosa.
Le scapole, perfettamente aderenti alla parete toracica, sono relativamente lunghe e ben oblique.
L’angolo scapolo-omerale è vicino ai 90°.
Braccio quasi lungo come la scapola, in posizione obliqua.
Gomito naturalmente ben aderente al corpo.
Avambraccio robusto, asciutto, diritto, leggermente più corto del braccio.
Carpo robusto.
Metacarpo corto. Visto dal davanti: verticale, mai deviato in fuori. Visto da lato: non del tutto diritto, ma leggermente obliquo. Piedi anter. arrotondati, fermi, compatti, con dita chiuse, corte e ben arcuate; cuscinetti ruvidi e duri. Unghie forti.
Spazi interdigitali con pelo fine.

POSTERIORI: fortemente muscolosi, ben proporzionati agli anteriori.
Ginocchio e garretto ben angolati. Arti paralleli, né troppo ravvicinati né troppo distanziati. In stazione naturale del cane, sono leggermente posizionati all’indietro. L’ossatura è un po’ meno potente di quella dell’anteriore.
Coscia di buona lunghezza, e larghezza; robusta, ben muscolosa.
Ginocchio: ben angolato; non deviato in dentro né in fuori.
Gamba proporzionalmente lunga, ben obliqua.
Ossatura un po’ meno potente di quella dell’anteriore.
Garretto robusto, ben angolato, disceso.
Metatarsi corti. Visti da dietro: diritti e paralleli. Piedi abbastanza rotondi; fermi; con dita chiuse e corte.
Cuscinetti ruvidi e duri. Unghie forti.
Pelo fine tra le dita. Niente speroni, tranne che nei Paesi dove la loro ablazione è proibita dalla legge.
Andatura naturale preferita: trotto o galoppo, ambedue con buon allungo.
Al trotto il movimento deve essere sciolto ed energico con buon allungo dell’anteriore e spinta potente del posteriore.
Gli arti si muovono su linee diritte e parallele. Movimento dell’anteriore: non stringe né rema; piedi né vaccini né cagnoli.
Movimento del posteriore: gli arti si muovono paralleli, con buona spinta, con arti non troppo ravvicinati né distanziati; garretti non vaccini né a botte.

PELLE
Ben aderente e tesa, senza pieghe.

MANTELLO/PELO 
Pelo liscio: corto, lucido, ben adagiato, più fine sulla testa e orecchi • Pelo duro: duro al tatto, flessibile, ben adagiato; poco sottopelo; con barba debolmente sviluppata.

COLORE
Ci sono quattro varietà di colore:
PICCOLO SEGUGIO DEL BERNESE: questa varietà esiste a pelo liscio e a pelo duro, sempre tricolore: bianco, nero e fuoco.
Colore di fondo bianco con grosse pezzature nere. Sono ammesse alcune moschettature nere. Focature sopra gli occhi, alle guance, le parti interne e superiore dell’orecchio e attorno all’ano. I cani con gualdrappa nera sono ammessi.
Pelle: nera sotto il pelo nero e bianca leggermente marmorizzata di nero sotto il pelo bianco.
PICCOLO SEGUGIO DEL GIURA: questa varietà ha il pelo liscio, raramente un pelo doppio. Preferibilmente nero assoluto con focature color bruno rossiccio sopra gli occhi , alle guance, al petto e/o agli arti. Oppure colore di base fulvo con gualdrappa o sella nera. E’ tollerata una macchia bianca non troppo grossa sul petto.
Pelle: nera sotto il pelo nero, più chiara sotto il pelo fulvo.
PICCOLO SEGUGIO DEL LUCERNESE: questa varietà ha il pelo liscio. Colore di base fittamente picchiettato grigio e bianco o nero, con pezzature, più o meno grandi, scure o nere. Focature bruno rossicce sopra gli occhi, alle guance, all’inserzione della coda, al petto e sugli arti. Sono ammessi soggetti con gualdrappa nera. Pelle: nera sotto il pelo nero, più chiara sotto il pelo moschettato blu.
PICCOLO SEGUGIO SVIZZERO: questa varietà ha il pelo liscio. Colore di base bianco, con macchie più o meno estese di colore dal giallo-rosso al rosso-arancio. Sporadiche trotature rossoarancio non sono difetti. Gualdrappe rosso-arancio sono ammesse. Pelle: grigia scura sotto il pelo arancio, e bianca marmorizzata di nero sotto il pelo bianco.

TAGLIA 
Altezza al garrese : Maschi 35 – 43 cm 4 e Femmine 33 – 40 cm. Tolleranza : ± 2 cm.

DIFETTI
Qualsiasi deviazione da quanto sopra deve essere considerato come difetto che sarà penalizzato a seconda della sua gravità • Ossatura troppo leggera o troppo pesante, mancanza di sostanza • Testa grossolana, senza distinzione • Tartufo parzialmente depigmentato. • Occhi chiari o stralunati • Orecchi attaccati troppo alti; piatti,spessi, troppo corti • Giogaia nettamente marcata • Dorso insellato o cifotico • Groppa corta, avvallata • Torace non abbastanza disceso, piatto o a botte. Irregolarità della cassa toracica (petto a forma d’imbuto) • Coda portata troppo alta, fortemente ricurva. • Anteriori torti o deviati in fuori o in dentro. • Spalla diritta (angolo troppo aperto); braccio troppo corto. • Carpo debole, metacarpo schiacciato • Piedi schiacciati, piedi di lepre • Angolazioni del posteriore troppo diritte; posizionati a botte o con garretti vaccini • Difetti di colore e delle focature - nei piccoli segugi del Bernese: piccoli punti neri troppo numerosi - nei piccoli segugi Svizzeri: troppi puntini rosso-arancio; pelo carbonato agli orecchi, alla radice della coda e/o nelle macchie rosso-arancio. • Comportamento non sicuro, leggera aggressività.

DIFETTI ELIMINATORI 
Cane molto pauroso o aggressivo • Mancanza di tipicità • Tartufo interamente color carne • Enognatismo, prognatismo, arcate dentarie deviate • Mancanza di incisivi e di canini; cattiva disposizione dei canini. Assenza di più di tre premolari e/o molari. • Entropion, ectropion • Sterno troppo corto, torace mancante • Coda arrotolata o rotta • Qualsiasi combinazione di colore che non corrisponda a quella delle varietà descritte dallo standard. • Taglia: maschi sotto i 33 cm e sopra i 45 cm Femmine sotto i 31 cm e sopra i 42 cm.

N.B. I maschi devono avere due testicoli apparentemente normali completamente discesi nello scroto.

Piccolo Segugio Svizzero



Piccolo Segugio Svizzero

Utilizzazione



Cacciatore di tutti i tipi di animali slvatici.

Alimentazione



Deve essere alimentato in modo completo e sano, senza farlo ingrassare troppo, perchè altrimenti potrebbe nuocergli alla sua salute fisica, alla sua forza e alla sua resistenza.

Piccolo Segugio Svizzero



Piccolo Segugio Svizzero

Note



Possiede una voce armoniosa.

Difetti più comuni: cane troppo grande e troppo piccolo; orecchie ritte; coda piccola o inesistente; tartufo chiaro; occhi depigmentati; mascelle deformi con totale o parziale assenza di denti; Presenza di un solo testicolo negli esemplari maschi; portamento traballante; muscolatura fragile; pigmenti sbagliati; zampe oblique; carattere mite o cattivo.

Tutte le razze di cani:

Cerca e Scopri le Razze

Visualizza tutte le schede di razza

Cuccioli in vendita

12/02/20
09/02/20

Le migliori foto di cani sul web

Bouledogue Francese
Malinois (Pastore Belga di Malines)
Carlino