Malattie scheletriche dello sviluppo

Malattie scheletriche dello sviluppo
03 Novembre 2012

Questo è un argomento che seguo ormai da oltre dieci anni e cui tengo in modo particolare: con tale presentazione vorrei far conoscere a tutti voi quali sono le principali malattie scheletriche dell'accrescimento, la loro importanza, la loro diagnosi e la loro cura. Inizierò con un’introduzione, cui faranno seguito le regole d'oro della prevenzione, per arrivare all'elenco delle patologie più importanti. In un secondo tempo, tratterò in modo approfondito ciascuna di queste. Esistono molte patologie ortopediche che hanno inizio nei primi mesi di vita e tutti i cani ne sono più o meno colpiti: l'incidenza delle patologie varia, però, con la razza e la taglia dell'animale. Tutte queste malattie iniziano in modo subdolo nei primi mesi di vita per poi, se non diagnosticate in tempo e trattate, persistere e aggravarsi lungo tutto il corso della vita del nostro cane. La diagnosi precoce riveste molta importanza sia per gli allevatori sia per i proprietari di singoli soggetti: nel primo caso, si potrà conoscere precocemente quali sono le attitudini riproduttive di un cucciolo, facendo risparmiare tempo e denaro ai selezionatori, mentre, nel secondo caso, si otterranno informazioni sull'accrescimento del cucciolo e su eventuali terapie correttive che ne garantiscano il benessere per tutta la sua vita. Negli ultimi anni ci si è potuti avvalere di nuovi mezzi e tecnologie che, associati a particolari studi, hanno portato a conoscere quali sono le patologie più frequenti nelle singole razze. Questo nuovo modo di affrontare il problema è definito BOA (Breed Orthopaedic Oriented Approach) o “approccio ortopedico orientato alla razza” e ci permette di focalizzare l'attenzione soprattutto su quelle che sono le patologie più frequenti: se abbiamo un cucciolo di Dobermann, non andremo di sicuro a cercare una lussazione della rotula o una necrosi della testa femorale, cosa che sicuramente faremo invece con un cucciolo di Yorkshire Terrier. Un altro esempio: in un cucciolo di Boxer non cercheremo la displasia del gomito (quasi assente in questa razza), ma ci concentreremo eventualmente sulla spondilosi. Per affrontare e sconfiggere le patologie dell'accrescimento, occorre fare della seria medicina preventiva sui cuccioli e sui cuccioloni: nessuno di voi penserebbe di far arrivare a sei mesi un cucciolo di qualunque razza senza svermarlo e vaccinarlo. Bisogna, al contempo, prodigarci per fare, oltre alle vaccinazioni, anche delle indagini su eventuali patologie ortopediche tali da creare dolore e problemi al nostro cucciolo adesso o nel futuro. Per il benessere dei nostri cani è molto importante che la medicina preventiva diventi una routine per tutti.

 

Vieni a scoprire quali sono le regole d’oro da seguire per il tuo piccolo: link alle regole d’oro.

 

A cura del Dott. Bartolomeo BORGARELLO

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo