L'educazione oltre l'educazione

L'educazione oltre l'educazione
03 Aprile 2013

Educare un cane è un processo che ogni proprietario dovrebbe prendere in considerazione, poiché credo sia una forma di rispetto verso il proprio amico e verso la società in cui vive. Educare un cane non vuol dire semplicemente seguire un corso di educazione presso un professionista, ma è qualcosa di più profondo e più importante. Il corso serve a farci capire come parlare e come chiedere le cose al nostro compagno, ma l’esigenza che ci muove ad affrontare questo percorso dovrebbe essere più profonda, ovvero fornire al nostro cane le basi per potersi inserire nella società in cui viviamo. Avere un cane è un’esperienza bellissima, ma che richiede anche molte responsabilità e tra queste ritengo che ci sia quella di fornirgli una corretta educazione proprio come un figlio. Spesso gli educatori vengono chiamati per correggere qualcosa e mai preventivamente per la necessità di dare delle buone basi al cucciolo: è come se decidessimo di mandare nostro figlio a scuola verso i 14 anni, certo siamo ancora in tempo per insegnarli a scrivere e a contare, ma perché gli abbiamo fatto questo torto togliendogli delle possibilità di apprendere fin da subito le basi per inserirsi tranquillamente nel mondo che lo circonda? Con queste righe mi piacerebbe far riflettere chi ancora considera l’educazione come semplice vezzo per esibire un cane “soldatino” e nulla più. L’educazione non è semplicemente un cane che si siede o dà la zampa, un cane educato e gestibile è un cane che posso permettermi di portare ovunque io vada e di farlo convivere con tutti i suoi simili e in tutti i contesti umani che frequentiamo quotidianamente. Inoltre, un cane educato è un cane felice perché possiamo offrirgli una qualità di vita migliore. Pensateci e se amate veramente i cani fate riflettere i vostri amici che ancora guardano con scetticismo l’educazione cinofila.

 

Bruno Ferrari

Educatore cinofilo professionista

 www.ilmiocane.net - www.educazionecanimilano.it

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo